Puoi rendere la tua vita un inferno

Ho da tempo stabilito che la gente non vuole essere felice.

Sono altresì del parere che se si vuol fare una cosa, tanto vale farla bene.

Ecco dunque a voi un

Manuale semiserio per il conseguimento dell’infelicità

In una serie di post, vi svelerò tutti i segreti per ottenere una vita realmente e pienamente infelice.

Ecco intanto un’introduzione d’assaggio:

Se non ci prendiamo la vita sulle spalle, per portarla dove vogliamo noi, sarà lei a portarci dove vuole.

Cosa questa che, potete ben capirlo, fa di noi canne al vento, in balìa del destino, ricettori di infelicità.

Per ottenere questo entusiasmante risultato ci sono pochi e facili trucchetti che, una volta messi in pratica, garantiranno una vita piena di dolore e depressione.

Purtroppo, se si lascia la vita andare dove le pare, a volte questa incappa anche in eventi gioiosi, bei momenti.

Ma state tranquilli, dureranno poco e ci affretteremo a scordarli, per non rovinare l’effetto d’insieme.

In ogni caso nei prossimi post troverete anche utili trucchi per rovinare tali momenti, non solo nel ricordo, ma anche nel momento stesso in cui avranno l’ardire di presentarsi a noi.

Non perdetevi il seguito!

Cien años de soledad

Non è che uno non possa affrontare la vita senza aver letto “Cent’anni di solitudine”… però aiuta…

Ho appena terminato di leggerlo per la mia sesta volta,

…forse ora basta…

Grazie alla vita – Violeta Parra

Grazie alla Vita

 

Grazie alla vita che mi ha dato tanto

mi ha dato due soli, che quando li apro

perfetto distinguo il nero dal bianco

e nell’alto cielo lo sfondo stellato

e in mezzo alla folla l’uomo che io amo

Grazie alla vita che mi ha dato tanto

mi ha dato l’udito che in tutto il suo raggio

sente notte e giorno urla, tv e radio

silenzio, vetri rotti, risate e pianto

e la voce dolce del mio bene amato

Grazie alla vita che mi ha dato tanto

mi ha dato il suono e il vocabolario

con lui le parole che penso e declamo

madre amica sorella e sole illuminando

e la via dell’anima di chi sto amando

Grazie alla vita che mi ha dato tanto

mi ha dato i piedi che sto trascinando

con loro ho guardato cittadine e fango

laghi neve deserti monti e mare caldo

e casa tua il tuo vicolo la strada e il parco

Grazie alla vita che mi ha dato tanto

mi ha dato il cuore che agita il suo passo

quando vedo il frutto del pensiero umano

quando vedo il bene, dal male lontano

quando vedo in fondo al tuo sguardo chiaro

Grazie alla vita che mi ha dato tanto

mi ha dato il sorriso e mi ha dato il pianto

così io distinguo bacio da cuore infranto

i due materiali che fanno il mio canto

ed il vostro canto che è lo stesso canto

e il canto di tutti che è il mio stesso canto

Gracias a la vida que me ha dado tanto!

 

La mia campionessa

Ho una bambina, questo ormai lo sapete,

e vivo per lei, questo è scontato.

Quello che non è scontato è quanto lei sia meravigliosa.

Nonostante i tanti errori che, come credo tutti i genitori, ho fatto da quando è nata.

Nonostante i momenti “no” che ho passato e che non sono riuscita a nasconderle del tutto.

Nonostante tutto questo, lei è splendida.

E’ molto più intelligente di me, e più bella, ed ha più grinta.

E adesso, per la sua prima volta, è salita sul gradino più alto del podio.

Era così felice che mi sono messa a piangere…ed anche questo è ovvio…

Desideri

Tendo a desiderare cose delle quali, poi, una volta ottenute, ho terrore.

Chissà se c’è una lettereatura clinica su questo strano disturbo..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: